Chi sono i tecnici certificati UNI EN ISO 9712

Professionalità ed esperienza: tecnici e operatori termografici certificati UNI EN ISO 9712.

Al fine di fornire un insieme di servizi di primissimo ordine in tale settore si riportano brevemente le competenza maturate e la tipologia di formazione acquisita, nonché i servizi in grado di poter offrire.

L’addestramento e la qualifica del personale è regolato in programmi, durata ed esami, da precise norme internazionali che ne consentono la conduzione solo ad agenzie ufficialmente riconosciute e con docenti di 3° livello a loro volta ufficialmente riconosciuti.

I nostri tecnici hanno conseguito l’abilitazione di operatore di livello 3 e di livello 2 riconosciuto UNI EN ISO 9712 presso centri di esami riconosciuti dall’Ente nazionale di certificazione. La BAXSA offre i propri servizi solo tramite tecnici-ingegneri abilitati di Livello 2 (presso RINA o CICPnD) e di Livello 3 (presso DEKRA): attualmente il gruppo di termografia è composto da 6 operatori termografici certificati, di cui un operatore di livello 3. L’intero gruppo di lavoro è pari a 12 unità.

L’esperienza conseguita e l’abilitazione riconosciuta dei nostri tecnici è avvenuta nel corso di diversi anni tra cui:

Conoscenza generale della materia e delle applicazioni termografiche

  • Un primo approccio con la materia mediante seminari dimostrativi ed affrontando i primi problemi in giornate formative.
  • Un’analisi di base sia della parte teorica (che fornisce le basi della termodinamica e della tecnologia ad infrarossi) che una parte pratica, svolta in laboratori attrezzati, studiata per far acquisire dimestichezza con l’utilizzo della termocamera e le impostazioni da effettuare durante un’ispezione.
  • Esperienza di applicazioni termografiche in progetti di ricerca presso aziende operanti in contesti internazionali.
  • Esperienza di consulenza per studi tecnici operanti nel settore edile ed industriale con la supervisione di un operatore di 2° livello.
  • Corso di qualificazione al Livello 2 della durata minima di 80 ore, come previsto dalla normativa: La qualifica di tecnico di 2° livello consente di essere qualificato ad effettuare le seguenti operazioni:
    a) scegliere la tecnica per il metodo di prova da utilizzare;
    b) definire i limiti di applicazione del metodo di prova per il quale la persona di livello 2 è qualificata;
    c) comprendere le norme e le specifiche PND (prove non distruttive) e tradurle in istruzioni pratiche di prova adattate alle condizioni reali di lavoro;
    d) regolare e tarare le apparecchiature;
    e) effettuare e sorvegliare le prove;
    f) interpretare e valutare i risultati in funzione delle norme, dei codici o delle specifiche da rispettare;
    g) redigere le istruzioni scritte di prova per il 1° livello;
    h) svolgere e sorvegliare tutti gli incarichi propri di un 1° livello;
    i) guidare il personale di 1° livello;
    j) organizzare i risultati di una Prova Non Distruttiva e redigere il relativo rapporto.
    k) operare mediante un operatore di 1° livello: effettuare operazioni sotto il controllo di personale di 2° o 3° livello, in modo da essere in grado di: regolare l’apparecchiatura, eseguire le prove, registrare e classificare i risultati in relazione a criteri scritti, stendere un resoconto dei risultati.
  • Conseguimento dell’attestato di tecnico operatore di 2° Livello mediante esame di abilitazione in linea con la normativa vigente e mediante una commissione dell’Ente nazionale di certificazione RINA S.p.A. o CICPnD.
  • Requisiti per l’ammissione all’esame di abilitazione di livello 2:
    Requisiti previsti dal corso di 1° livello;
    Frequenza corso presso centro autorizzato e riconosciuto della durata minima di 80 ore presso un centro di addestramento e la qualifica del personale tramite agenzie ufficialmente riconosciute e a docenti certificati di 3° livello UNI EN ISO 9712;
    Esperienza documentata e comprovata di un periodo minimo lavorativo di 24 mesi con supervisione di un operatore di 2° livello.
  • Corso e Conseguimento dell’attestato di tecnico operatore di 3° Livello mediante esame di abilitazione in linea con la normativa vigente e mediante una commissione dell’Ente nazionale di certificazione DEKRA: Esperienza minima nel settore pari a 5 anni svolta come operatore di 2 livello.
    Esperienza (in ambito termografico):
    Collaborazione con tecnici certificati di 3° e 2° livello sul territorio nazionale e con aziende esterne in qualità di partner operante principalmente per le regioni Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Lazio, Abruzzo, Calabria, Sicilia e Sardegna.
    Collaborazione con Sintesi Sud (partner Microgeo srl) per attività di service termografico e formazione nel sud Italia.
    Collaborazione con diversi studi tecnici operanti in ambito CTU/CTP (vedi sezione Partnership e Referenze).
    Report e Relazione tecnica: Al cliente è consegnato un report che contiene immagini sia nel visibile che nell’infrarosso, per fornire con chiarezza il dettaglio degli oggetti monitorati. Tutte le immagini ricavate vengono controllate ed elaborate mediante software specifici, per poter rilasciare un report certificato e con valore legale, che delucida la situazione riscontrata. Nella relazione sono presenti i termogrammi (foto all’infrarosso) affiancati alle relative immagini del visibile, correlati con un commento per spiegare gli eventuali problemi riscontrati. Al report vengono poi allegati la copia del certificato rilasciato dall’Ente RINA S.p.A., DEKRA o CICPnD (che certifica l’abilitazione del tecnico per l’analisi termografica a livello europeo), il certificato di calibrazione con valore in essere della strumentazione utilizzata, ed eventualmente altra documentazione, se ritenuta significativa per la comprensione della relazione stessa.

infoApprofondimenti:

  • Conosci i rischi che corri affidandoti ad operatori non qualificati ed operanti con strumentazione non professionale? Nell’area download è possibile accedere ad un nostro documento dedicato.
  • La strumentazione impiegata ed il software per i report sono di primissimo ordine nonché prodotti della FLIR (modello B425 e relativi accessori, T640), leader indiscusso del settore, NEC, FLUKE e TESTO: a seconda della particolare tipologia di consulenza, sono impiegate anche strumentazioni di marca NEC, FLUKE o TESTO, in moda da essere certi di poter disporre della migliore termocamera specifica per la perizia richiesta dal cliente.